Paolo Rossi e Umberto Orsini tra gli attesi protagonisti di AstiTeatro 40


Prosegue la quarantesima edizione di AstiTeatro e, con essa, la nostra analisi del ricchissimo programma della rassegna teatrale diretta da Emiliano Bronzino.

Dopo l’apertura ad ingresso libero di giovedì sera, affidata all’estro musicale dell’Orchestra di piazza Vittorio, il fine settimana di ‘Scintille’ (concorso dedicato alle giovani Compagnie teatrali, giunto alla nona edizione, che ha visto un ex aequo tra La Ballata Dei Lenna con “Lybia back home” e Two Little Mice con “Schifo”) e una domenica con in programma l’apprezzata “tripletta” di Eracle odiatore di Fabrizio Sinfisi, N.E.R.D.s – sintomi del Teatro Filodrammatici e l’attesissimo ritorno di Eugenio Allegri con Novecento, il festival continua con molti altri appuntamenti.


Totò e Vicè

Questa sera, alle 20, lo Spazio Kor ospiterà la messa in scena di La Scortecata, spettacolo scritto e diretto da Emma Dante, liberamente tratto da ‘Lo Cunto de li Cunti’ di Giambattista Basile, con Salvatore D’Onofrio e Carmine Maringola in un grottesco affresco teatrale che parte dalle fiabe popolari per spaziare tra commedia dell’arte e dialoghi shakespeariani.

Alle 22, alla Chiesa del Gesù, tornano Enzo Vetrano e Stefano Randisi, dopo il debutto ad AstiTeatro33, con Totò e Vicè. Storia di due clochard legati da un’amicizia profonda, che vivono di frammenti di sogni in bilico tra natura e cielo. Dallo spettacolo è stato tratto il film omonimo, girato in Sicilia nel settembre del 2015, che sarà proiettato domani dalle 22 in Sala Pastrone ad ingresso libero.

 


Umberto Orsini

Domani sera, alle 19, Oscar De Summa porterà al Diavolo Rosso di piazza San Martino il suo pluripremiato Stasera sono in vena, un ironico e amaro racconto in prima persona, legato alla sua adolescenza in Puglia negli anni ‘80.

Alle 21, allo Spazio Kor, Umberto Orsini e la cantautrice romana Giovanna Marini presentano La Ballata del carcere di Reading di Oscar Wilde, spettacolo con la regia di Elio De Capitani che debuttò ad AstiTeatro27, con cinque ballate (che spazieranno dalla ballata irlandese fino a Schubert, passando anche per i Beatles) composte dalla Marini ad accompagnare Orsini che interpreta i versi del celebre e artisticamente immortale autore inglese.

 


Paolo Rossi protagonista di un omaggio a Molière

Mercoledì, sempre alle 19, appuntamento al Diavolo Rosso con la Compagnia CapoTrave che presenta La lotta al terrore, testo che affronta temi di grande attualità quali la tensioni sociali, intolleranze e, soprattutto, la paura.

Alle 20.30 in Sala Pastrone va in scena, in prima nazionale, Massimo Reale con L’uomo sottile di Sergio Pierattini, monologo sul Palio di Siena e sulla figura del fantino, metafora dell’uomo contemporaneo.

Alle 22 al Teatro Alfieri grande attesa per Paolo Rossi che porta ad Asti la nuova tappa del suo viaggio intorno a Molière, Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles – da Molière a George Best. Quarta stagione completa: affiancato da Lucia Vasini, l’istrionico artista dirige attori e musicisti, sempre in bilico tra il dentro e il fuori scena.

 


Nunzia Antonino in un momento dello spettacolo in prima nazionale

E chiudiamo questa prima trance, cui ne seguirà una con il programma della seconda parte della settimana, con la programmazione di giovedì 28. Giornata che si aprirà, alle 20, con la Compagnia Frosini/Timpano che propone in anteprima nazionale, presso lo Spazio Kor, Gli Sposi. Spettacolo tratto dal testo ‘Les Epoux’ di David Lescot, ripercorre la storia dell’ascesa al potere dei coniugi Ceausescu, dittatori sanguinari che per oltre vent’anni hanno seminato la paura tra il popolo rumeno.

Alle 22 alla Chiesa del Gesù la storica compagnia astigiana Casa degli Alfieri, insieme al Teatro di Dioniso, produce per AstiTeatro40 la prima nazionale di Schiaparelli Life di Eleonora Mazzoni, con Nunzia Antonino e Marco Grossi, per la regia di Carlo Bruni. Spettacolo sulla vita dell’eclettica stilista italiana Elsa Schiaparelli, famosa alla fine degli anni ’20 del secolo scorso, protagonista di quella rivoluzione del costume che ancora oggi influenza l’idea stessa di bellezza ed emancipazione femminile.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.