Che autunno sarebbe, senza il ‘Bagna Cauda Day’?

Bagna Cauda Day

Bagna Cauda Day, tavolata

Una precedente edizione del Bagna Cauda Day – Foto di Giulio Morra, per gentile concessione degli organizzatori

Da Asti (che resta il fulcro dell’iniziativa) a Milano, dal Trentino alla Valle d’Aosta, dalla Langa ai lontanissimi Giappone e Nuova Zelanda… Sì, è ufficiale, da venerdì 24 a domenica 26 novembre 2017 saremo tutti (di nuovo e felicemente) nella Bagna!

Sta infatti per rinnovarsi, con graditissime conferme e alcune novità, l’appuntamento autunnale con il Bagna Cauda Day, che per questa quinta edizione può far sfoggio di numeri davvero imponenti: ossia ben 16.000 posti a tavola in più di 150 locali. Spaziando dal ristorante stellato alla trattoria di paese, dall’agriturismo alla vineria, dal locale di tendenza a quelli legati a doppio filo con la tradizione.

Cui, ovviamente, si ricollega anche la Bagna Cauda, portata protagonista della manifestazione, che verrà proposta, al prezzo standard di 25 euro (10 per i bambini fino a 10 anni) per tutti i locali coinvolti, nelle ormai consolidate tre varianti: come Dio comanda (tradizionale), eretica (con poco aglio) o atea (senz’aglio).

Ogni bagnacaudista verrà omaggiato con il tovAGLIOlone d’autore in tessuto, quest’anno firmato da Luigi Piccatto, una delle penne più importanti del mondo del fumetto italiano, e da Renato Riccio. Sarà distribuito anche il Vademecum della Bagna Cauda con le testimonianze, la storia e la ricetta di questo piatto straordinario.

Barbera Kiss

Alcuni ‘temerari’ alle prese con il Barbera Kiss! – Foto di Giulio Morra, per gentile concessione degli organizzatori

Ma, al di là del prezzo fissato, il minimo comune denominatore della manifestazione sarà la voglia partecipare a un vero e proprio rito collettivo, cui faranno da corollario tutta una serie di iniziative dislocate sul territorio. Ad iniziare dall’attesissimo Barbera kiss, passionale bacio di mezzanotte per veri temerari (causa aglio, ovviamente…), il kit del dopo Bagna e la mascotte Acciù. Confermatissimo anche il Bagna Cauda Market a cura della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori).

Inoltre non mancheranno le occasioni per discutere di ‘cardologia’ (sì, proprio cardo… logia, non è un errore di battitura!) e sarà sgranato il mais in piazza con le macchine agricole d’epoca a cura di Atima-Associazione dei trebbiatori. Ritornerà altresì, con la seconda edizione, anche il premio Testa d’aj (ovvero, testa d’aglio), assegnato a persone speciali a conferma della loro tenacia e della volontà di andare controcorrente. Inoltre, non mancheranno altri eventi, dalla corsa podistica ai concerti, dalle mostre ai libri.

Tra i servizi collaterali troviamo, invece, il Bagna Cauda Nanna, ovvero le convenzioni con alberghi e agriturismo per i tanti che arrivano da lontano; l’esordio del Bagna Ca’, ossia la consegna a domicilio della Bagna Cauda (nella città di Asti), e il Bagna Sitter, grazie al quale i genitori potranno affidare i loro bimbi a personale altamente qualificato per godersi in pace la cena.

 

Una ricca anticipazione di quel che sarà il Bagna Cauda Day 2017 si avrà, da questa sera a domenica, partecipando al Festival di Eataly Lingotto ‘Che bagna cauda!’. Nell’ambito del quale, a pranzo e a cena, potrà scegliere tra le proposte create per l’occasione dagli chef dei Ristorantini.

Bagna Cauda, piatto tipico della cucina piemonteseMolti, inoltre, gli eventi in programma: si inizia quest’oggi con la Grande Asta della Bagna Cauda, evento unico nel suo genere dove si batteranno all’asta tutti gli ingredienti per fare la Bagna Cauda perfetta; domani, alle ore 16, si terrà invece il corso di cucina Bagna Cauda Fai da Te, curato dall’esperto Roberto Giannino. Gran finale domenica con la Sagra della Bagna Cauda, in collaborazione con l’azienda agricola il Mongetto: sarà l’occasione per degustare la migliore Bagna Cauda mai assaggiata, accompagnata dai grandi vini della Cantina di Eataly. Per maggiori informazioni e prenotazioni: www.eataly.it e 011/19506801

Da ricordare infine che, in un ideale ponte tra la tradizione (della Bagna Cauda) e la freneticità tecnologica che ormai contraddistingue la nostra società, il Bagna Cauda Day consta anche di un rilevante aspetto ‘social’. Con presenza, oltre che sul sito ufficiale, anche di canali Facebook, Twitter ed Instagram. Mentre, per chi vorrà condividere momenti del proprio personalissimo Bagna Cauda Day, gli hashtag ufficiali sono #bagnacaudaday #bagnacaudaday2017 #siamotuttinellabagna #baciamisubito #barberadasti #barberakiss

E buona Bagna Cauda a tutti!


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *