Influencer internazionali alla scoperta del Monferrato grazie al Consorzio Barbera e a Collisioni


Dal 23 al 25 giugno e il 2 luglio sedici tra giornalisti, scrittori e opinion-leader internazionali visiteranno il Monferrato, ospiti del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, per scoprire le colline di questo straordinario vino e il suo patrimonio di denominazioni e Cantine. L’iniziativa vede la collaborazione del Consorzio con il progetto Vino di Collisioni diretto da Ian D’Agata, che ha organizzato il press tour, un incoming di esperti internazionali del mondo del vino.

Uno spettacoli di sbandieratori allestito, presso il castello di Costigliole d’Asti, per un precedente gruppo di ospiti stranieri

Dalla Cina arriveranno Bob Miao (blog Fanzui Tuanzhang, Financial Times (Chinese version), Sanlian Life Weekly, Weekend Pictorial e Loha Magazine), Patsy Yang (Shangai Daily), Renee Wei (fondatrice del brand di education e pr del vino ‘Renee’, free-lance writer del settore), da Singapore Jessica Tan (importer, consulente, scrive per Singapoured).

Dagli Usa, Susan Gordon (Forbes), Mikhail Lipyanskiy (www.LipyanskiyPhoto.com, The Cork Report), Annemarie Morse (Food & Wine, Bon Appetit, Ithaca Times, Professor Cornell University), Eric Guido (Morrell Wine, The Robb Report e Bloomberg) e Jeff Porter (Beverage Director Bastianich e Batali Group).

Dal Canada Jay Whiteley (Good Food Revolution, Blog jaywhitely.com, educator WSET) e Kurtis Kolt (Wine Enthusiast, James Beard House di New York, Sip Northwest e Decanter di Maclean). Dalla Nuova Zelanda Emma Jenkins (Master of Wine, insegna ai corsi WSET, columnist for the Australian Women’s Weekly -NZ edition, Winestate magazine, The New Zealand Herald) e dal Brasile Bruno Vianna (Presidente Ass. Sommelier del Brasile, contributor e editor di varie riviste).

Da Inghilterra, Francia e Italia/ Svizzera, nell’ordine Michael Garner (Decanter UK), Eric Riewer (Anthocyanes.fr, speaker radio) e Rocco Lettieri (Il Melograno, Galatea, Welcome, Ticinowine, Giornale del Popolo, La Rivista).

Quest’anno, inoltre, la collaborazione tra Consorzio e Progetto Vino di Collisioni ha condotto all’inaugurazione della prima edizione di Indigena e del relativo Corso per professionisti, curato da Ian D’Agata, nei castelli di Barolo e Costigliole d’Asti (sede del Consorzio) e il lancio dell’Indigena World Tour: una serie di appuntamenti didattici, che hanno portato in giro per il mondo la Barbera d’Asti e i vini nobili del Monferrato, con tappe a Bruxelles e New York e che continuerà nell’estate a Shanghai e San Francisco.

Accogliamo personalità di spicco – spiega il presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Filippo Mobrici – del panorama enologico internazionale, selezionati da Ian D’Agata, stimato professionista con cui collaboriamo da alcuni anni.

 

Le produzioni vitivinicole autoctone del Monferrato tornano ad essere le protagoniste anche dell’anteprima ‘Wine&Food’ di Collisioni. Si tratta di uno dei più importanti eventi inseriti nel programma speciale che porterà giornalisti, esperti e influencer al castello di Costigliole d’Asti, in occasione di uno speciale incoming dedicato ai rossi nobili delle colline del Monferrato.

 

Nei giorni che precedono il Festival musicale di Barolo, li accompagneremo alla scoperta della storia delle nostre denominazioni tutelate, dei produttori e dei vigneti, per fargli vivere davvero i paesaggi vitivinicoli e il loro patrimonio produttivo.

Pertanto non solo grande musica, letteratura e cinema internazionali protagonisti a Barolo. Anche le eccellenze del vino del Piemonte troveranno un loro spazio di rilievo e prestigio all’interno dell’evento internazionale che porta migliaia di visitatori tra le colline patrimonio Unesco.

Nei giorni che precedono il Festival, sono infatti programma una serie di degustazioni delle eccellenze enologiche del Monferrato, con visite guidate ai vigneti e incontri con i produttori per gli autorevoli ospiti in arrivo. Gli esperti in visita saranno guidati alla scoperta dei rossi e bianchi nobili e dei rispettivi terroir.

Una giornata sarà dedicata alla Barbera d’Asti, le altre giornate agli autoctoni, con seminari sulle caratteristiche dei vitigni e a seguire, nelle sale del piano nobile del Castello di Costigliole d’Asti, incontri con i produttori partecipanti e degustazioni.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.