Con ‘Barbera il Gusto del Territorio’ Costigliole celebra il dono più prezioso delle colline Patrimonio Unesco


Dopo un lungo periodo in cui è stata (ingiustamente) considerata un vino non degno di particolari attenzioni, negli ultimi anni la Barbera si è presa una straordinaria (e meritatissima) rivincita, guadagnando ampie porzioni di mercato in Italia e all’estero.

La locandina riassuntiva dell'importante eventoUn successo che Costigliole d’Asti si appresta a celebrare con l’ormai classico appuntamento con Barbera il Gusto del Territorio, manifestazione che si fregia anche del titolo di Festival Internazionale della Barbera e adotta una nuova veste grafica, caratterizzata da un cestino colmo di uve Barbera. Il tutto con l’evidente intento di arricchire la manifestazione e ‘internazionalizzarla’ aprendo agli appassionati di tutto il mondo che, in modo sempre più consistente, si interessano alle colline costigliolesi ‘marchiate’ Unesco.

Molti gli ‘attori’ che hanno operato per questa nuova edizione del Festival, curato nel coordinamento da Pier Ottavio Daniele insieme alla Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Borriero, ed in particolare con l’assessore al Turismo Michela Surano. Coi quali hanno collaborato la Cantina Comunale dei Vini guidata da Giorgio Gozzellino, l’ICIF, la Pro Loco, l’Associazione Costigliole Cultura, WineaT, la comunità collinare Tra Langa e Monferrato, il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, la Banca e la Fondazione C.R. Asti e la Regione Piemonte. Molteplici collaborazioni per un ricchissimo programma, esteso su cinque giornate (da domani, venerdì 28 ottobre), al primo novembre.

Pertanto, il Festival si aprirà domani alle 18 quando, presso la Sala Polivalente attigua la Cantina dei Vini di via Roma, verrà inaugurata la mostra di pittura e scultura della Associazione Artisti Chieresi; alle 19, nel teatro comunale, si svolgerà la presentazione della Guida Slow Wine con Giancarlo Gariglio cui seguirà, alle ore 21, la proiezione del docufilm BARBERA GIRLS – Tappo 12 con brindisi finale.

Uno scatto raffigurante l'indimenticata Livia AlciatiFittissimo il calendario di sabato 29 ottobre: ad iniziare dal Master of agnolotto dedicato a Lidia Alciati, in programma alle 10 presso l’Orangerie dell’ICIF, una splendida celebrazione della nostra preziosa cucina e di una delle sue riconosciute interpreti: una vera lezione sulla preparazione degli agnolotti insieme a Mariuccia Ferrero, cuoca del ristorante San Marco di Canelli (la partecipazione è gratuita, con prenotazione 329/2284049). Il Brindisi d’Inaugurazione è invece in programma alle 11 presso la Sala del Consiglio Comunale e sarà accompagnato dalla presentazione della Mezza Stagione teatrale a cura del Teatro degli Acerbi, mentre alla Cantina dei Vini si aprirà il Banco d’Assaggio presso il quale si potranno degustare oltre 200 vini (bicchiere e tasca a 10 euro).

Alle 19, il giornalista Sergio Miravalle presenterà il nuovo numero del trimestrale Astigiani, da lui diretto, e il programma del Bagna Cauda Day 2016, mentre dalle 20.30 all’Osteria La Barbera del castello si svolgerà una cena internazionale nell’ambito della quale la Barbera d’Asti verrà proposta in abbinamento con le cucine del mondo. L’importante evento gastronomico curato dall’ICIF presenterà specialità del Messico, India e Russia accanto agli agnolotti della cuoca stellata Mariuccia Ferrero. Un incontro di così alto livello non poteva che avere un ospite altrettanto importante, ovvero Piercarlo Grimaldi, Magnifico Rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Nel corso della serata (cena a 50 euro a persona, posti limitati, per prenotazioni chiamare il 329/2284049) si svolgerà anche la proiezione del docufilm Bello da Mangiare. Di contenuto, di contenitore – le raviole al plin. Nel corso della giornata il castello sarà aperto alle visite dalle ore 16 alle ore 19 e la Pro Loco proporrà la cena nella Sala Polivalente.

BANNER-ANTICA-SALUMERIA-BORIODomenica, giornata dedicata al Barbera e Tartufo Day, le vie e le piazze del paese saranno coinvolte nella mostra-mercato del tartufo, che nei locali del territorio potrà venir gustato accompagnato da Barbera d’Asti, mentre la Pro loco curerà il pranzo in programma presso la Sala Polivalente.

Il Banco d’Assaggio alla Cantina dei Vini rimarrà aperto dalle 10 alle 23, mentre alle 21 ci si potrà divertire, ad ingresso libero, assistendo allo spettacolo Serata di Spirito che vedrà protagonista, presso il teatro comunale, Pippo Bessone (già Trelilu) che interpreterà Padre Filip e la mezz’ora canonica.

A seguire, un altro gustoso momento: l’anteprima del panettone artigianale prodotto a Costigliole in abbinamento alle grappe delle locali distillerie. In questa giornata le visite al castello saranno possibili dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Senza dimenticare che, dalle 16 alle 18, sarà altresì possibile accedere alla chiesa di San Girolamo per scoprire i meravigliosi tesori del Museo d’Arte Sacra.

Panoramica aerea del castello di Costigliole d'AstiAltro appuntamento tradizionale, che naturalmente si rinnoverà anche quest’anno, è quello del lunedì rivolto in particolare a operatori di settore e agli appassionati di vino (fermo restando che, naturalmente, è aperto a tutti). Ci riferiamo al workshop I principali Terroir della Barbera, interessante degustazione guidata in programma alle 17.30 presso il castello. L’appuntamento vedrà il contributo di Gianni Lercara dell’ICIF; l’agronomo e presidente del Consorzio Barbera d’Asti Filippo Mobrici; Jonathan Gebser, Davide Panzieri e Pier Ottavio Daniele per Slow Wine e poi i produttori Claudio Dacasto, Gianni Bertolino, Giorgio Gozzellino, Pietro Ratti, Dante Garrone, Elena Bassignana e Andrea Costa a rappresentare i diversi territori piemontesi del Barbera (degustazione su prenotazione, tel. 329/2284049).

Nel corso della giornata il Banco d’Assaggio sarà aperto dalle 11 alle 23 nella Cantina dei Vini che, alle 21, ospiterà altresì lo spettacolo di musica, poesia e racconto Quella Barbera della Sera, nterpretato da Gianpiero Nani e Bati Bertolio. Spettacolo a ingresso libero, che prevede anche la distribuzione dello zabaglione al Barbera ‘Rousmà’ e una degustazione di Vermouth.

barbera-gusto-del-territorio-bicchiereArriviamo, infine, alla giornata di martedì primo novembre, nel corso della quale il Banco d’Assaggio sarà aperto dalle 11 alle 21 e la Pro loco proporrà il pranzo nella Sala Polivalente.

Ma l’ultimo atto di questa intensissima celegrazione che Costigliole d’Asti dedica alla Barbera si compirà, dalle 18.30, presso il teatro comunale, dove verrà proposto un aperitivo in musica: Jazz in Cantina con il Claudio Chiara Quartet, che chiuderà questa edizione della manifestazione e farà da ponte per invitare gli enoturisti a Costigliole per l’edizione 2017.

Ricordiamo, infine, che durante la cinque giorni di Barbera il Gusto del Territorio sarà altesì possibile ammirare, presso la Cantina dei Vini, l’esposizione di Massimo Evandro intitolata Prima d’la buta e le fotografie aeree del costigliolese Franco Bello.

Per ogni altra informazione relativa l’evento, contattare i numeri 329/2284049 o 0141/962202/962210, oppure inviare una mail a segreteria@costigliole.it


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.