Talenti artistici ‘al servizio’ del canile di Refrancore


Il fotografo Franco Rabino, la scrittrice Laura Calosso ed il fumettista Luigi Piccatto (autore del logo dell’iniziativa) hanno messi i rispettivi talenti al servizio della campagna di adozione avviata dai volontari del canile di Refrancore d’Asti. L’obiettivo è di trovar casa ai tanti animali ospiti della struttura, che in questi mesi stanno anche patendo le conseguenze di questo rigido inverno.

Il canile refrancorese è nato di recente, pertanto è ancora poco conosciuto. Si tratta di una struttura su base provinciale, adibita ad accogliere i cani abbandonati (o, a volte, anche solo smarriti) trovati sul territorio della Provincia di Asti. Se non esistesse questa struttura, i cani raccolti in provincia finirebbero al canile di Alessandria, con notevole disagio per chi stesse cercando di ritrovare il proprio cucciolo smarrito.

Per far conoscere meglio il canile e i suoi ospiti si è pensato di rappresentarli in modo originale, mediante ‘ritratti’ fotografici in bianco e nero, opera di Rabino, che valorizzino le caratteristiche di ciascuno. Tali ritratti sono pubblicati sulla pagina Facebook di ENPA Asti e sul sito www.enpaasti.it. Chiunque fosse interessato all’adozione potrà contattare il canile (telefonare a Marina 338/884465 o Patrizia 347/8115419) e far visita agli animali previo appuntamento.

Il logo dell’iniziativa, opera di Luigi Piccatto

Da qualche anno a questa parte è aumentato il numero di cani abbandonati – spiega Marina Borgo presidente di ENPA, sez. AstiComplice la crisi, molte persone si liberano degli animali, lasciandoli nei boschi o lungo le strade. Questa modalità aggrava lo spaesamento dei cani che, se sopravvivono, impiegano tempo a superare il trauma. Noi volontari facciamo il possibile per cancellare i brutti ricordi che gli animali portano con sé, ma sappiamo che il modo per renderli davvero felici è trovare loro una casa, affidarli a persone sensibili e responsabili, in grado di prendersene cura e di contraccambiare l’incondizionato affetto di queste creature. L’amore per gli animali è un dato imprescindibile per le adozioni. Cerchiamo di accertarlo prima di affidare i cani definitivamente, ovvero durante la fase di pre-adozione e nelle settimane successive, mantenendo i rapporti con gli adottanti anche per dare un supporto e consigli mirati.

Chi vorrà conoscere i volontari operanti presso il canile potrà farlo anche incontrandoli, nella giornata di sabato 28 gennaio, presso il negozio Fortesan di corso XXV aprile, in occasione della Giornata della Coleletta Alimentare. Mi auguro che questa iniziativa sensibilizzi le persone a prendersi cura non solo dei propri animali ma anche di quelli meno fortunati che ancora cercano una casa, conclude la Borgo.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.