‘Caravaggio. La mostra impossibile’: 40 capolavori vi attendono a Fossano


Ritratto di CaravaggioStraordinaria figura dalla vita tanto breve (nato il 29 settembre 1571 a Caravaggio, morì a Porto Ercole, in circostanze mai del tutto chiarite, il 18 luglio 1610) quanto estremamente tempestosa, Michelangelo Merisi detto ‘il Caravaggio’ (dal nome del paese lombardo che gli ha dato i natali) è oggi ritenuto uno dei più importanti artisti di tutti i tempi.

Una fama, assolutamente meritata, giuntagli tardivamente, solo nella seconda metà del Novecento, grazie al lavoro di riscoperta critica attuata da studiosi quali il piemontese Roberto Longhi, che per primo mise in luce l’importanza dell’artista nello sviluppo dell’arte pittorica moderna e le sue profondissime influenze sull’arte europea dei due secoli successivi quello in cui visse.

Ora i suoi capolavori, esposti nelle chiese e nelle collezioni private di tutto il mondo (dagli Uffizi di Firenze al museo del Prado di Madrid, dalla National Gallery di Londra all’Ermitage di Mosca, dal Metropolitan Museum di New York al Kunsthistorisches Museum di Vienna) possono venire ammirati, tutti insieme, in quella che è stata battezzata come una ‘mostra impossibile’.

Caravaggio. La mostra impossibile è appunto il titolo dello straordinario evento culturale, allestito nel Castello degli Acaja e nel Museo Diocesano di Fossano, reso possibile dal lavoro svolto dal Comune di Fossano, dalla Rai e Rai Com in collaborazione con la Diocesi di Fossano e con ProgettoMondo Mlal. La fedelissima riproduzione, con tecnologia d’avanguardia ad altissima definizione, di quaranta capolavori dell’artista lombardo, nel rigoroso rispetto delle dimensioni, dei colori e delle luci degli originali.

Inaugurata lo scorso 10 marzo e visitabile fino al 2 luglio prossimo, con aperture straordinarie per le festività, nelle prime settimane la mostra ha fatto già registrare numeri davvero rilevanti. Nel solo primo mese d’apertura, sono stati oltre 4.200 i visitatori che hanno avuto modo di ammirare capolavori riprodotti, oltre al vasto corredo di opere multimediali (dalle sequenze tratte da film, sceneggiati e spettacoli teatrali sulla vita e l’opera del Caravaggio, alle ‘musiche dipinte’ in quattro famosissimi quadri: Riposo durante la fuga in Egitto, i due Suonatori di liuto e Amore vincitore) che conferiscono alla mostra un particolare valore didattico.


Sedi: Castello degli Acaja (piazza Castello) e Museo Diocesano (via Vescovado 8), Fossano. 

Orari d’apertura: Venerdì dalle 15 alle 22; Sabato, Domenica e Festività dalle 10 alle 19

Ingressi: Biglietto intero 10 euro; ridotto 5 euro; ridotto scuole 3 euro. Per le famiglie con due o più figli, un bambino entra gratis.

Per maggiori informazioni sui numerosi eventi collaterali vi rimandiamo alla pagina ufficiale.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.