Cyrano, spadaccino sognatore, e la luna costigliolese


Cyrano de Bergerac, celebre personaggio creato sul finire del Diciannovesimo secolo dal drammaturgo francese Edmond Rostand, è stato trasposto (anche mediante variazioni sul tema e riletture) in infiniti contesti. Cinema, musica e soprattutto teatro sono da sempre affascinante dalla nobile figura dello spadaccino dall’animo enorme almeno quanto l’ingombrante naso (Ma quando sono solo / con questo naso al piede / che almeno di mezz’ora / da sempre mi precede… Cirano di Francesco Guccini)

L’ennesima variazione sul tema, ovvero lo spettacolo Cyrano dans la lune. Storia di un naso che voleva arrivare sulla Luna, verrà proposto dalla Compagnia Villari Deluca nell’ambito del Capodanno a teatro costigliese. Un appuntamento che, così come avvenuto lo scorso anno, ha fatto registrare già da giorni il tutto esaurito, con grande soddisfazione per l’Amministrazione comunale e per il Teatro degli Acerbi, che cura la direzione artistica della Mezza Stagione.

Cyrano dans la lune – che vedrà in scena Daniele Villari (che ne firma anche la regia) e Max Deluca (anche autore delle musiche dal vivo) – è la grande storia di un naso coraggioso, di uno spadaccino fanfarone che voleva arrivare… sulla Luna, uno spettacolo che proietterà nel nuovo anno tra teatro, poesia, gioco e clownerie. Una Luna, un marchingegno a rotelle, una valigia, una spada, due attori-clown (un poco attori ed un poco clown) ed una storia: quella di Cyrano de Bergerac.

Una storia dai risvolti a volte comici, altre volte tristi.
Una storia che ha l’urgenza di essere raccontata, ancora oggi.

Perché Cyrano è uno spadaccino, un fanfarone, con il naso di un clown e l’animo di un poeta. Un cavaliere coraggioso, ma che arde per amore e soffre per il suo invadente naso.
Perché il suo è il fallimento di un innamorato alla vita, alla Luna.
Perché in questo mondo, ancora oggi, lui si difende come può e difende la sua libertà.
Perché là in fondo, aldilà del personaggio, c’è un uomo. Pronto per il suo ultimo viaggio.
Verso la Luna.

A seguire un ricco brindisi finale con musica nella Cantina dei Vini. Questi ultimi saranno offerti dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, fresca di trasferimento presso il castello Asinari, e dal Consorzio per la Tutela dell’Asti D.O.C.G.

La successiva serata della Mezza Stagione è in programma il 28 gennaio, quando andrà in scena Wild West Show, il nuovo atteso spettacolo del Teatro degli Acerbi, guidati questa volta dalla prestigiosa regia di Frosini-Timpano in una “galoppata” alla rincorsa del mito del West. Sono già in corso le prenotazioni per questo e per i successivi appuntamenti della Mezza Stagione: Teatro degli Acerbi 339/2532921, info@teatrodegliacerbi.it, www.teatrodegliacerbi.it e relativa pagina Facebook – www.piemontedalvivo.it


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.