A Collegno torna a fiorire il Flowers Festival


Flowers_Festival_LogoTutt’altro che “appagato” dal successo ottenuto dalla prima edizione, che ha visto il coinvolgimento di circa 40.000 spettatori che hanno applaudito le performance di 40 artisti di livello internazionale, dal 9 al 23 luglio tornerà a Collegno – nello specifico nel Cortile della Lavanderia a Vapore, all’interno del Parco urbano della Certosa – il Flower Festival, rassegna musicale realizzata dalla Cooperativa Biancaneve con il sostegno di Città di Collegno, Regione Piemonte, Città Metropolitana Torino, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, Camera di Commercio di Torino, Fondazione Piemonte dal Vivo e con il patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Città di Torino.

Si preannuncia un evento ancora più grande e ricco del precedente, che prosegue la meritoria tradizione dei grandi spettacoli di teatro e musica che, a partire dal momento dell’abbattimento delle mura manicomiali fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi meravigliosi, sull’impulso della amministrazione pubblica.

Anohni

Anohni

La seconda edizione punta molto in alto, ospitando sul main stage due artisti/manifesto di fama internazionale, che proprio nell’ambito del Flower Festival terranno la loro unica data italiana. Ci riferiamo a Anohni (12 luglio, con Hudson Mohawke e Oneohtrix Point Never) e The Pixies (21 luglio)

Altrettanto rilevante la selezione di musica elettronica di altissimo livello, rappresentata da Pendulum dj-set (14 luglio), Gramatik, gli italiani Clap! Clap! e The geek X VRV (tutti in programma il 23 luglio). E ricordando che il 9 luglio la seconda edizione del Flower Festival verrà tenuta a battesimo dal Deejay Time On Tour, con Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso.

 

Flowers_Festival_Gianna_Nannini

Gianna Nannini

Molto spazio verrà dato anche ad artisti italiani conosciuti ed apprezzati anche all’estero, quali Max Gazzè (13 luglio), Gianna Nannini (19 luglio), Vinicio Capossela (20 luglio), Daniele Silvestri (22 luglio) e gruppi di riferimento della musica Indie italiana quali Mao (13 luglio), Sorge (15 luglio), Tre allegri ragazzi morti (18 luglio) e Mau Mau (20 luglio).

Il tutto senza trascurare nuovi protagonisti assoluti del calibro di Salmo (14 luglio), Mezzosangue (14 luglio) e I Ministri (21 luglio) e contaminazioni che esulano da facili classificazioni come l’appuntamento con l’iconico Pierpaolo Capovilla (18 luglio), la street band di lusso Bandakadabra (20 luglio) ed il poeta Guido Catalano (22 luglio).

 

Flowers Festival – Tutti gli appuntamenti collaterali

Ad arricchire ulteriormente la già rilevantissima proposta artistica, contribuiranno poi vari eventi collaterali che consentiranno di vivere a 360° alcuni degli artisti che prendono parte, dal vivo, a questa seconda edizione.

Flowers_Festival_Journey_Jah_Viaggio_RaggaeCi sarà una sezione cinematografica (il Flowers Movies) realizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino. In questo ambito, la sala 3 del Cinema Massimo di Torino presenterà i film: Vinicio Capossela – Nel paese dei coppoloni di Stefano Obino; Journey to Jah – Viaggio nel reggae di Noel Dernesh e Moritz Springer e loudQUIETloud: a Film about the Pixies di Steven Cantor e Matthew Galkin.

Urban Flowers sarà invece il racconto fotografico e testuale del recupero e riuso degli spazi che ospitano il Festival a Collegno. Dai diamanti non nasce niente è il titolo della mostra di immagini inedite, organizzata in collaborazione con Urban Center Metropolitano, e visitabile a partire dal 7 luglio presso la sede dell’associazione, in Piazza Palazzo di Città a Torino.

Ed ancora, Flowers Educational, attività realizzata con Getty Images (fotografia), Sottodiciotto Film Festival con corso di laurea in ingegneria del Cinema (Cinema) e RollingStone (Scrittura). Durante in giorni del festival, si svolgerà un ciclo di lezioni/workshop, in orario preserale, finalizzati a fornire a giovani autori alcuni strumenti in modo che le loro produzioni possano confrontarsi con un reale scenario di mercato a cui verranno, eventualmente destinate. Il Flowers Festival diventa quindi il luogo delle esercitazioni pratiche per questi aspiranti operatori del settore. A workshop completato, il miglior racconto video sul Festival verrà proiettato in dicembre, durante il Festival Sottodiciotto, e le migliori immagini del Festival faranno parte della mostra fotografica di Getty Images in programma nel prossimo autunno.

Flowers-Festival_Matti_cottimoL’area spettacolo nel Parco Urbano della Certosa sarà aperta tutti i giorni a partire dalle 19 e, oltre ai concerti sul Main Stage e sul Flying Tiger Stage (palco b), saranno in programma alcuni incontri su temi culturali e di attualità, come Nuovi media e nuovi pubblici: il caso Fake Off (14 luglio), Matti a Cottimo. Torino Mad Pride (18 luglio), Appunti sulla genitorialità in Italia (19 luglio), e Libera Veramente. 40 anni di Radio Flash (21 luglio). Sempre all’interno dell’area, ci sarà un’area ristoro e un’area dedicata ai più piccoli (Flowers Kids) organizzata in collaborazione con GG Giovani Genitori.

Per ogni eventuale ulteriori informazioni in merito al variegato programma del festival, connettersi all’indirizzo http://www.flowersfestival.it/, inviare una mail a info@flowersfestival.it o far riferimento ai canali social del Festival. Mentre, per info su come raggiungere l’area in cui si svolgerà la manifestazione, è sufficiente collegarsi all’indirizzo http://www.flowersfestival.it/Raggiungere_il_Festival


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.