Countdown per il primo raduno Jack Russell Terrier Piemonte

Jack Russell Terrier immagine in evidenza per raduno Jack Russell Terrier Piemonte

Locandina e programma raduno Jack Russell Terrier Piemonte

La locandina con il programma del raduno

Domenica 5 giugno, a poche settimane da quello nazionale, svoltosi nello splendido scenario naturale di Torri del Benaco (VE), il centro sportivo ADS Sport Village di Carbonara Scrivia (AL) ospiterà il primo raduno Jack Russell Terrier Piemonte. All’iniziativa, organizzata dall’Associazione Jack Russell Terrier Italia, è prevista la partecipazione di un gran numero di cinofili provenienti da tutta la regione (ed oltre…) Oltre, ovviamente, a tantissimi esemplari di questa diffusissimi razza di cani d’origine anglosassone.

Il raduno Jack Russell Terrier Piemonte vero e proprio si aprirà intorno alle 9, con la registrazione dei partecipanti (richiesto un contributo di 10 euro, ingresso gratuito per gli associati a Jack Russell Terrier Italia). Dalle 10 alle 13, dopo la sigla di benvenuto e la doverosa foto di gruppo, si svolgeranno le molteplici attività in programma, che garantiranno ore di divertimento per cani e padroni. Sono in programma dimostrazioni di Agility con Antonio Fortino, del Centro FISC “Abbaiare stanca”; dimostrazioni di Rally-O con Marco Chiaro (responsabile nazionale Rally-O per la FISC) e dimostrazioni di Disc Dog con l’istruttrice FISC Cristiana Daolio. Ciascuna delle attività citate potranno essere provate dai partecipanti.

Inoltre, nel corso del raduno Jack Russell Terrier Piemonte, non mancheranno prove di Coursing a cura di Marco Chiaro, responsabile nazionale dell’Associazione Jack Russell Terrier Italia; di Scent Game, sport che si avvale delle grandi capacità olfattive del cane, con Barbara Ristori e “pillole di cultura cinofila” a cura di Stefania Fedele. Le attività riprenderanno poi nel pomeriggio, dalle 14, con esibizioni di Obedience e introduzione alla preparazione atletica per Expo (entrambe a cura di Stefania Fedele) e la ripresa delle attività sportive.

Senza dimenticare che, a completare del già ricchissimo programma del raduno Jack Russell Terrier Piemonte, contribuiranno giochi e eventi “JRT Italia” e che ci si potrà ristorare con “aperijack” (dalle 11 alle 12) e “pranzo Jack” (dalle 12 alle 17). La chiusura delle attività è fissata per le 17: quando, probabilmente, tutti i partecipanti umani saranno stanchi ma felici. A differenza dei Jack, “solo” felici poiché, come ben sa chi ne conosce le peculiarità, sono cani davvero instancabili!

 

Il reverendo Russell e la caccia alla volpe

Il reverendo John "Jack" Russell, primo promotore della razza

Il reverendo John “Jack” Russell, promotore della razza

John Russell, detto Jack, fu un pastore presbiteriano inglese che visse nella prima metà del diciannovesimo secolo. E’ a lui che, come del resto si evince con facilità dal nome della razza, si deve la nascita e lo sviluppo dei Jack Russell Terrier.

Cinofilo e grande appassionato di caccia alla volpe, il reverendo Russell iniziò una sua personalissima selezione di cani che ben rispondessero alle esigenze necessarie per accompagnarlo durante le battute di caccia: cani di taglia piccola, affinché potessero introdursi nelle tane per stanare volpi e tassi, ma di grande coraggio. Leggenda vuole che la selezione effettuata dal reverendo Russell sia iniziata partendo da Trump, una esemplare di terrier acquistata da un lattaio incontrato casualmente in strada, e proseguita incrociando terrier con diverse altre razze, tra cui beagle e bulldog, ma anche border terrier. Conseguentemente, nacquero soggetti sia a gamba corta che lunga, successivamente standardizzati come Parson Russell Terrier.

Ma, per individuare momento e luogo in cui i Jack Russell Terrier presero definitivamente piede, bisogna necessariamente spostarsi in Australia. Dove, a partire dagli anni ‘80 del secolo scorso, la razza ottenne una straordinaria diffusione, con conseguente attenzione alla selezione e la definizione di uno standard preciso. Fu sempre l’Australia che, nel 2000, chiese e ottenne dall’FCI il riconoscimenti della razza.

 

Jack Russell Terrier: ovvero le dimensioni (non) contano

Jack Russell Terrier alle prese con una pallina da tennis

Due vivacissimi Jack Russell Terrier si contendono una pallina da tennis

Vero, sono cani di taglia decisamente minuta (lo standard FCI n° 345 prevede un altezza al garrese compresa tra i 25 e i 30 centimetri, a fronte di un rapporto altezza/peso di un chilogrammo per ogni 5 centimetri) e con il musetto che strappa simpatia, ma l’apparenza non tragga in inganno: i Jack Russell Terrier sono dei piccoli terremoti!

Molto vivaci e sicuri di sé (quando non travalicano la pura incoscienza, sfidando senza alcun timore animali anche molto più grandi di loro), sono perfettamente in grado di giocare senza sosta per ore e ore, riposarsi pochi minuti… e riprendere a correre come indemoniati! Magari all’inseguimento di qualche lucertola in giardino o di una qualsiasi pallina: due delle loro grandi passioni.

Attenzione però a non cadere vittime dell’equivoco opposto: come detto, sono cani tutt’altro che “pantofolai”, ma la loro indole vivace non comporta che prenderne uno in casa comporti necessariamente vederla demolita! Sono cani molto intelligenti e, se frutto di una buona selezione caratteriale (fondamentale comunque per qualsiasi razza) da parte degli allevatori, sono perfettamente in grado di adattarsi a qualsiasi ambiente. Naturalmente, avendo un’indole tendente alla dominanza, è molto importante che il “compagno umano” gli faccia comprendere, con piglio deciso ma senza ricorrere a violenza, i rispettivi ruoli. I Jack Russell Terrier sono anche ottimi compagni di giochi per i bambini, che identificano come ‘cuccioli’ d’uomo e dai quali di solito si lasciano fare un po’ di tutto, dimostrando molta pazienza.

 

L’Associazione Jack Russell Terrier Italia

Fondata nell’aprile 2015 da Mirko Tomasetto, l’Associazione Jack Russell Terrier Italia è, ad oggi, la più grande associazione cinofila italiana sui Jack Russell Terrier. La passione di Mirko e di sua moglie Ramona Cusma per questi cani li portò inizialmente a condividerla in pagine e gruppi su Facebook, che nel giro di pochi anni raggiunsero e superarono la quota di 24.000 iscritti. Inequivocabile “prova” della necessità di confrontarsi e scambiarsi informazioni in merito a questi straordinari cani. Un confronto che, da virtuale, si è man mano fatto concreto e tangibile, portando alla costituzione legale dell’Associazione Jack Russell Terrier Italia.

Sakura, mascotte dell'Associazione Jack Russell Terrier Italia

La piccola-grande Sakura, mascotte dell’Associazione, ci ricorda che #lavitaèunafigata! (immagine tratta dal gruppo FB Jack Russell Terrier Italia)

Che si pone lo scopo di venir riconosciuta come associazione di promozione sociale (A.P.S.) e da organi Istituzionali quali l’E.N.C.I. (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana), a seguire l’accreditamento Federativo con l’associazione Ambientalista Pro Natura che proietterà l’associazione nazionale Jack Russell Terrier Italia nel mondo dell’ambientalismo, riconoscendola di fatto quale associazione ambientalista per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente e protezione animali (con la creazione di un apposito corpo di guardie Eco-zoofile). Operativa sul web anche attraverso un canale Youtube e, a breve, con un sito internet dedicato, l’associazione sviluppa e promuove molteplici progetti correlati al mondo cinofilo.

Ed ha come mascotte la piccola Sakura Hanami, jackina nata il 13 aprile 2015 che, nonostante un peso di appena 50 grammi e un insufficienza renale cronica, grazie alle amorevoli cure di Ramona e Mirko è riuscita a sopravvivere fino al novembre scorso. E ora veglia, sul ponte dell’arcobaleno, su tutti i jackini. Ricordando sempre agli umani che, come da hashtag promosso nei mesi scorsi, #lavitaèunafigata

 


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.