‘Perché No’ – Una serata tra teatro e politica con Marco Travaglio


Dopo aver fatto registrare per due volte dei ‘tutto esaurito’ al Teatro Alfieri (che lo ha visto ospite una prima volta il 19 febbraio 2008 in occasione del libro Mani sporche e, nel novembre 2012, protagonista con Isabella Ferrari dello spettacolo di teatro ibridato al giornalismo Anestesia totale), Marco Travaglio si appresta a calcare nuovamente le tavole di un palco astigiano. 

Locandina Perché noNon più, però, quello dell’Alfieri, bensì quello allestito nel cortile del Palazzo del Collegio, dove domenica sera alle 21 il direttore de Il Fatto Quotidiano presenterà al pubblico astigiano Perché no – Tutte le bugie del Referenzum. Spettacolo che, sulla falsariga dei precedenti Promemoria, Anestesia totale, E’ Stato la mafia e Slurp), lo vedrà proporre in forma davvero comprensibile a tutti temi di grande attualità politica e sociale. Nello specifico, le ragioni del No al referendum (o Referenzum, come viene definito con un riuscito gioco di parole nel titolo dello spettacolo) costituzionale.

Posizione ampiamente diffusa nel Paese ma, secondo Travaglio, non opportunamente rappresentata in tv e sulla grande stampa. Pertanto, sommando a ciò che la richiesta di confronto pubblico ripetutamente avanzata al ministro per le Riforme Maria Elena Boschi non ha mai ottenuto risposta, il noto giornalista torinese ha sviluppato questo nuovo spettacolo (che è anche libro omonimo, scritto con la giornalista Silvia Truzzi), prodotto dalla Società Editoriale Il Fatto S.p.A., che lo vede interagire con una simil-Boschi. Ovvero l’attrice Giorgia Salari che, nell’ambito di una verosimile intervista concessa a Travaglio, replicherà alle sue domande e contestazioni utilizzando rigorosamente ‘virgolettati’ della ministra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per assistere allo spettacolo sarà richiesto il pagamento di un biglietto del costo di 10 euro (prevendite on line sul sito I-Ticket), che servirà esclusivamente a coprire le spese sostenute dall’organizzazione, poiché gli interpreti non hanno richiesto e non riceveranno alcun cachet.


Guglielmo Pasta

L’avv. Guglielmo Pasta

L’appuntamento, comprensibilmente molto atteso, considerando la presa mediatica e sociale del giornalista, contrassegna altresì la prima iniziativa ufficialmente promossa dall’Associazione Culturale Guglielmo Pasta, intitolata alla memoria del grande penalista e uomo politico astigiano scomparso il 27 agosto 1986.

L’Associazione – spiega il figlio Alberto Pasta, a sua volta noto avvocato e da sempre impegnato in ambito politico e sociale – vuole ricordare la figura di mio padre principalmente sotto il profilo professionale e da quello amministrativo-politico. Sotto questo secondo aspetto, si cercherà di diffondere e salvaguardare l’impegno di un liberale autentico quale era mio padre e, nel contempo, tutelare lo stato di diritto.

In questo senso si inserisce anche la presentazione dello spettacolo di Travaglio. Una accorata difesa della Costituzione, che non è intantigibile. La si può ritoccare, ma, per una serie di motivi che Travaglio illustrerà nello spettacolo, non certo non nel senso di riforme allucinanti come quella proposta da Renzi.

L’appuntamento di domenica sarà aperto davvero a tutti, favorevoli e contrari alla riforma. E, a differenza di quanto si è visto durante la visita astigiana della Boschi, non ci sarà bisogno di alcun particolare servizio d’ordine, poiché non dobbiamo difenderci proprio da nessuno.

L’altra attività principale dell’Associazione sarà invece quella relativa l’organizzazione di convegni e dibattiti sul tema della giustizia, con particolare riguardo all’ambito Penale.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *