Norme e divieti in vigore in occasione del concerto di Elisa

Mappa area concerto Elisa

In attesa dell’arrivo in città di migliaia di persone richiamate dal grande concerto gratuito di Elisa, da settimane l’Amministrazione e le Forze dell’Ordine lavorano al fine di garantire piena accoglienza e sicurezza ai circa 20.000 spettatori stimati. In quest’ottica rientra un’ordinanza del sindaco Maurizio Rasero che detta precise norme cui attenersi nell’interesse collettivo.

Elisa ToffoliPer quanto riguarda le bevande, dalle 19.00 del 31 dicembre 2017 fino alle ore 06.00 del 1° gennaio 2018 sarà vietata la vendita per asporto di liquidi in contenitori di vetro e lattine in tutti gli esercizi pubblici, attività commerciali ed artigianali nell’area afferente all’evento.

Il divieto riguarderà: piazza Marconi, via Cavour, piazzetta San Paolo, piazza Statuto, via Q. Sella, via Balbo, via Garetti, via san Martino, piazza san Martino, via Roero, corso Alfieri, via Giobert, via Carducci, piazza Catena, via Hope, piazza medici, via Cesare Battisti, corso Dante, via Verdi, via Fontana, corso Alfieri, via Prandone, via Rosselli, corso F. Cavallotti, via Dogliotti, corso Einaudi, piazza Marconi, ivi compreso il tratto di corso Matteotti fino a via Crova.

Nelle aree adiacenti alla manifestazione, all’interno del perimetro indicato, anche delimitato da impedimenti fisici (fioriere, transenne, ecc.), è tassativamente vietato l’utilizzo di petardi, fuochi artificiali, botti, razzi e simili artifici pirotecnici e comunque di artifici contenenti miscele detonanti ed esplodenti di qualunque genere.

Per quanto riguarda piazza Alfieri, che ospiterà il Concerto, sarà vietata l’introduzione di contenitori di vetro e lattine. Consentita, invece, l’introduzione di bottiglie di plastica ma solo ed esclusivamente senza tappo. Sarà altresì vietata l’introduzione di oggetti o strumenti atti ad offendere, fatte salve ulteriori più restrittive indicazioni disposte dalle Forze di Polizia e dagli addetti alla sicurezza.

Mappa area concerto Elisa

L’Ordinanza prevede inoltre che su tutto il territorio comunale di Asti sia vietato il sorvolo di mezzi aerei a pilotaggio remoto (droni o aeromodelli), così come previsto dall’ art. 35 del vigente Regolamento ENAC “Mezzi aerei a pilotaggio remoto”, che dispone come l’attività di volo di questi dispositivi sia effettuata esclusivamente di giorno, in zone non popolate e a distanza da edifici, infrastrutture e installazioni.

Le misure adottate sono state preventivamente condivise nelle riunioni tecniche, appositamente convocate presso la Questura di Asti, e con il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Tutte prescrizioni di prudenza e buon senso dichiara il Sindaco Maurizio Rasero – che fanno guardare ottimisticamente alla riuscita della manifestazione, benaugurale del tanto più atteso anno nuovo.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.