Ofelia non deve morire: sguardo inedito su vita e opere di Shakespeare


Sabato sera, dalle 21.30, la Chiesa di San Sebastiano di Calamandrana Alta ospiterà il nuovo appuntamento con la rassegna Teatro in terra astesana 2016, progetto diretto dal Teatro degli Acerbi e sostenuto dalla Fondazione CRT nell’ambito del progetto La Provincia di Asti: Patrimonio di Cultura dell’Ente Provincia.

Ofelia-Shakespeare-Patrizia-Camatel-3Nello specifico, andrà in scena Ofelia non deve morire, dialogo tra un’attrice e William Shakespeare su La tragedia di Amleto. Spettacolo proposto dalla Casa degli Alfieri ed interpretato da Patrizia Camatel, con testo e regia di Luciano Nattino. La brava interprete si calerà nei panni di Kate, una giovane donna di Stratford-upon-Avon (cittadina natale di Shakespeare), folgorata dal teatro portato in provincia da compagnie itineranti (anche italiane) e decisa a raggiungere l’illustre concittadino a Londra, dove l’autore e la sua Compagnia (i Lord Chamberlain’s Men), si sono installati nel nuovo Globe Theatre, aperto da pochi mesi.

Siamo nell’estate del 1600 e la donna riesce a ottenere il permesso di incontrare sir William mentre il Bardo, in una loggia del Globe, sta ritoccando il testo della sua nuova opera: La tragedia di Amleto. Kate, che ha seguito la tragedia nel corso di ben quattro rappresentazioni, arrivando a impararne intere parti a memoria, instaura così un dialogo (a tratti divertente, in altri commovente) con l’autore, cui esprime tutto il proprio apprezzamento per l’opera e gli rivela la sua enorme passione per il teatro.

Ofelia-Shakespeare-Patrizia-Camatel-2In più, ha delle precise richieste da fare al poeta (compresa quella che dà il titolo allo spettacolo), che accompagna sempre con garbo e freschezza ma anche con grintosa tenacia. Dando vita a un personaggio che la penna di Luciano Nattino ha molto ben tratteggiato, “usandolo” nel contempo per rivelare al pubblico contemporaneo aspetti poco noti dell’Amleto e della vita di William Shakespeare.

Ma anche per parlare – spiega l’autore – tramite la finzione spazio-temporale, del teatro di sempre, del suo fascino e dei suoi problemi, ieri come oggi.

L’ingresso allo spettacolo è gratuito.


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.