Ecco i vincitori del primo Asti Live Band Music Contest


Anche l’ultima serata della ventunesima edizione di Astimusica ha fatto registrare un pubblico numeroso. Che ieri sera ha applaudito i gruppi partecipanti alla finale del concorso Asti Live Band Music Contest, organizzato da Confartigianato Asti e dall’Associazione M.e.T.A.

Una serata che, facendo il paio con quella di lunedì dedicata alla musica d’autore, ha permesso ad alcune interessanti realtà locali di dar prova del proprio talento, nell’ambito della suddivisione delle band in tre categorie: junior, senior e inediti.

Esibitesi di fronte al già citato numeroso pubblico e ad una giuria (composta da Aurelio Pitino, Beppe Rosso, Davide Calabrese e Gianluca Guzzetta) hanno applicato i seguenti criteri di valutazione: intonazione e tecnica vocale, interpretazione, presenza scenica, musicalità e testo (solo per la categoria inediti).

Nella categoria Cover band junior sono risultati vincitori i Free sound di Castagnole Lanze (premio in denaro). La formazione (Sanela Vasileva, Antonio Rondinelli, Andrea Bianco, Mario Bassino, Mattia Colombaro) è stata premiata da Massimo Cotto, direttore artistico di Astimusica.

La categoria Cover band senior ha visto imporsi i Soul Power di Asti (premio in denaro). Ha consegnato la targa al gruppo (Andrea Caldi, Giulia Rossi, Beppe Peccheneda, Lucio Zaninotto, Franco Olivero, Roberto Bazzano, Mauro Tagliatti, Franco Bogliano, Daniele Pasciuta, Corrado Schialva, Giancarlo Bottino, Oscar Casavecchia) il presidente di Confartigianato Asti Biagio Riccio.

Nella categoria Inediti il premio è andato agli astigiani The Swede (produzione discografica SB Record e realizzazione di un video clip professionale). A nome della giuria Gianluca Guzzetta ha premiato la band (Fabio Delcrè, Andrea Camerano, Matteo Grasso, Flavio Ritelli).

La serata, impreziosita dalla divertente performance del comico e cabarettista torinese Gianpiero Perone, è stata chiusa dal sindaco di Asti Fabrizio Brignolo (Sono orgoglioso per la partecipazione delle band astigiane e per il loro livello qualitativo espresso in questo ultimo appuntamento del festival).

Molta soddisfazione per la riuscita della serata è stata altresì espressa dai vertici di Confartigianato Asti, che ha voluto festeggiare così i 70 anni di attività, e dall’Associazione M.e.T.A., già al lavoro con Giusy Rosella, Franco Ceschini e Mauro Quirico per iniziare a preparare l’edizione 2017 del concorso!


Informazioni su Link_AT

Asti non è solo il nome commerciale di un vino molto esportato, ma soprattutto una città piemontese dalle grandi potenzialità. Qui potete trovare informazioni sui più interessanti eventi in programma sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.